Salta al contenuto
Rss



BRIONA: Città del Vino

Città Del Vino Dall'Anno 2002 anche Briona può fregiarsi con merito del titolo di "Città del Vino". L'adesione alla "Associazione Città del Vino" si colloca nell'ambito delle iniziative intraprese dall'Amministrazione Comunale a livello di promozione della viticoltura, ed à stata ratificata durante il Consiglio Comunale del 28 marzo 2002.
L'importanza della vite nell'economia del nostro territorio, fortemente interessato alla produzione del D.O.C. Colline Novaresi, vino di elevato pregio con tradizione enologica connessa a valori di carattere ambientale, storico, culturale, oltre che di notevole importanza per l'economia della zona, sono state le motivazioni per le quali abbiamo ritenuto di confermare l'adesione alla Associazione.
E' fortemente radicata la consapevolezza che la valorizzazione del vino nel suo territorio di origine corrisponde alle esigenze di sviluppo economico e turistico del nostro Comune in possesso di grandi potenzialità seppur non sfruttate come in altre zone.
La nostra adesione all'Associazione Città del Vino è un ulteriore passo intrapreso nel discorso della promozione del prodotto locale fuori dai nostri confini.


I VIGNETI

immagine ingrandita Vigneto (apre in nuova finestra) Le colline, formate da ronchi e sottoronchi (cioè i dossi e le pendici esposte e soleggiate della collina e le falde esterne della medesima) sono in grado di fornire alla vite, pianta potassica per eccellenza, i sali minerali e i nutrienti necessari. Anche le condizioni climatiche sono favorevoli alla viticoltura, le vicine montagne riparano dai forti venti del nord e mitigano la calura estiva.
Fondamentale, per la qualità del vino, è anche il vitigno principale coltivato in queste zone; si tratta del Nebbiolo, un vitigno molto delicato. La storia del vino nelle colline novaresi inizia probabilmente già prima della centuriazione romana. Storici ed archeologi parlano infatti di precedenti stanziamenti immagine ingrandita Vigneto (apre in nuova finestra) Celtici e Liguri lungo il fiume Sesia che potrebbero spiegare la presenza in queste località di quei "soleggiati vigneti" a cui alludeva Plinio verso l'anno cento dopo Cristo. Numerosi documenti testimoniano che anche la pianura novarese, prima dell'avvento delle risaie, era coltivata a vigneto, da cui si produceva parecchio vino.
Briona fa parte della zona di produzione del "Fara D.O.C." e del "Colline Novaresi D.O.C." ma è anche la patria del "rosso CARAMINO", delicato prodotto in quantità ridotta. Vino da invecchiamento è di colore rosso rubino, odor di fragola e violetta, sapido, asciutto. Vitigno: Nebbiolo, Bonarda e Vespolina. E' un vino da pasto di rilievo, ottimamente servito con minestre sapide e robuste, arrosti, formaggi freschi o dessert.


VINI E CARATTERISTICHE

CARAMINO
Colore granata con riflessi aranciati.
Sapore asciutto, vellutato perfettamente armonico.
Profumo fine e gradevole.
Temperatura 20/22 gradi
Gradazione alcolica 12%.
Vitigno: Nebbiolo (Spanna) - Vespolina - Bonarda Novarese (Uva Rara)
Produzione nella zona collinare situata nel territorio di Briona, confinante con Fara Novarese.
Invecchiamento di 3-4 anni in fusti di rovere.
Consigliato con selvaggina da pelo, cacciagione, grandi arrosti e formaggi stagionati e piccanti.
Il vino "CARAMINO" prende il nome dalla collina che produce le uve posta a lato della strada Provinciale 299 della Valsesia in territorio di Briona.


COLLINE NOVARESI D.O.C.
Colore rosso più o meno intenso.
Sapore asciutto, armonico e pieno.
Profumo intenso.
Temperatura 18/20 gradi.
Gradazione alcolica 11,5%.
Vitigno: Nebbiolo - Bonarda Novarese (Uva Rara) - Vespolina e Croatina.
Zona di produzione: Barengo, BRIONA, Cavaglietto, Cavaglio D'Agogna, Fara Novarese, Fontaneto D'Agogna, Romagnano Sesia, Sizzano, Suno.
Consigliato con salumi, primi piatti, carni lessate, umidi e brasati.


FARA D.O.C.
Colore rosso rubino.
Sapore asciutto, sapido e armonico.
Profumo fine, ricorda la mammola.
Temperatura 18/20 gradi.
Gradazione alcolica 12%.
Vitigno: Nebbiolo (Spanna) - Vespolina - Bonarda Novarese (Uva Rara).
Produzione sui colli morenici esposti a mezzogiorno nel territorio di Fara Novarese e BRIONA.
Invecchiamento di legge 3 anni di cui almeno 2 in botti di rovere (il periodo ottimale va dal quarto al decimo anno). Consigliato con primi piatti, carni rosse, grandi arrosti, cacciagione.


COLLINE NOVARESI D.O.C. BONARDA
Colore Rosso rubino
Sapore armonico, talvolta vivace.
Profumo vinoso, fresco.
Temperatura 18/20 gradi.
Gradazione alcolica 11,5%.
Vitigno: Bonarda Novarese (Uva Rara) per almeno l'85%.
Zona di produzione: Barengo, BRIONA, Cavaglietto, Cavaglio D'Agogna, Fara Novarese, Fontaneto D'Agogna, Romagnano Sesia, Sizzano, Suno.
Consigliato con salumi, primi piatti corposi, carni rosse, formaggi.
La BONARDA NOVARESE (detta uva rara per il tipico grappolo spargolo) non va confusa con la Bonarda dell'Oltrepò Pavese prodotta con uva Croatina.


COLLINE NOVARESI D.O.C. CROATINA
Colore rosso granato.
Sapore asciutto.
Profumo vinoso, intenso.
Temperatura 18/20 gradi.
Gradazione alcolica 12%.
Vitigno: Croatina per almeno l'85%.
Zona di produzione: Barengo, BRIONA, Cavaglietto, Cavaglio D'Agogna, Fara Novarese, Fontaneto D'Agogna, Romagnano Sesia, Sizzano, Suno.
Consigliato con salumi, carni rosse alla griglia o in padella, formaggi stagionati.


COLLINE NOVARESI D.O.C. SPANNA
Colore rosso più o meno intenso, talvolta rosato.
Sapore armonico, tipico.
Profumo intenso, caratteristico.
Temperatura 18/20 gradi.
Gradazione alcolica 12%.
Vitigno: Nebbiolo (o Spanna) per almeno l'85%.
Zona di produzione: Barengo, BRIONA, Cavaglietto, Cavaglio D'Agogna, Fara Novarese, Fontaneto D'Agogna, Romagnano Sesia, Sizzano, Suno.
Consigliato con salumi, arrosti, formaggi stagionati.


COLLINE NOVARESI BIANCO D.O.C.
Colore paglierino più o meno intenso,
Sapore leggermente amarognolo, talvolta vivace.
Profumo fragrante, delicato.
Temperatura 10/12 gradi.
Gradazione alcolica 12%.
Vitigno: Erbaluce.
Zona di produzione: Barengo, BRIONA, Cavaglietto, Cavaglio D'Agogna, Fara Novarese, Fontaneto D'Agogna, Romagnano Sesia, Sizzano, Suno.
Consigliato con antipasti, rane, pesce.


Clicca sull'anteprima per visualizzare le immagini ingrandite




Inizio Pagina Comune di BRIONA (NO) - Sito Ufficiale
Via Generale Solaroli n.11 - 28072 BRIONA (NO) - Italy
Tel. (+39)0321.826080 - Fax (+39)0321.826441
Codice Fiscale: 80005410032 - Partita IVA: 00415070036
EMail: municipio@comune.briona.no.it
Posta Elettronica Certificata: comune@pec.comune.briona.no.it
Web: http://www.comune.briona.no.it


|